sabato 28 settembre 2013

FICO E FEGATO FUGGONO...I RAVIOLI DEL PLIN

Sono passati due mesi da quando il maestro Cesare Cardini mi diede quel mattarello in testa.
Che ricordi.....Quel viaggio strano con tutti quei buffi personaggi dalla Strega del Mapo all'alchimista di Lecce , dai coniugi di Castellammare di Stabia alla ragazzina dagli occhiali strani...

  • Mai: Ue hai finito di dire sciocchezze
  • Leo: A si, scusa
  • Mai: Hai preparato la sfida di questo mese? I ravioli del Plin
  • Leo: i ravioli del belin ? !!!
  • Mai: Del Plin!!! Eco ti debo dire tuto io...ora ti tiro un pizicoto
  • Leo: So già cosa devo fare, non ti preoccupare...la ricetta ce l'ho già pronta da due mesi...
  • Mai: Pobera me...

Cosi' andammo dal macellaio...

Sapevo davvero cosa fare o almeno quali ingredienti usare, ancora prima che Elisa  lanciasse la sfida. Fegato e Fico. Fegato il Corraggio, utile per chi vuole diventare Cozzaman; 
Fico , perchè il supereroe deve essere. Fico... Ora qualcuno mi chiederà :- e se la sfida fosse stata una torta? Avrei semplicemente risposto: -una donna? Dopo le vacanze? Un dolce? Gnaaooo... impossibile...

  • Mai: Ao sempre parli...vuoi un café shakerato?..
  • Leo: si grazie

E fu così che mi diede lo Shake in testa.. ed io spirai in un sonno profondo...

  • Shakespear: do you want a coffy?
  • Leo : eh... che vuole questo...chi sei?
  • Shakespear: I am Shakespeare... ciorno da Venezia ... I am here in Cuneo, io perciucio la strada devo andare in France ....Poi I senticiou fisco,  beep... trovato te...
  • Leo: Ma come parla questo... cuneo???fisco??? guarda io non mi occupo di cuneo fiscale...
  • Shakespeare: you don't understand....

Intanto si avvicina la Maddalena , la donna dell' ultimo minuto, con sei fichi appena raccolti...
  • Maddalena: tiè, cozzaro a te ti do i fichi e a te Scecchesprire un traduttore simultaneo.

Poi la donna si allontanò misteriosamente...Ora che  c'entra la Maddalena in questa storia non lo so...Va bò continuiamo....
  • Shakespeare: aspett...che mecio il tradutor simultanyo. zjdmkkkflzòl(rumore) A ecco...vengo da Venezia  e  ho perso la strada e la mia ispirazione . Devo creare un opera d'arte sull'amore...
  • io: grazie, meno male ora ti capisco ,sembravi Rocky Robert in "stasera mi butto". Ma hai fatto tutto questa strada a piedi come se fossi un mercante di Venezia? Beh anche io mi sono perso e anche io non trovo l'ispirazione per la mia nuova ricetta... ultimamente mi invento solo storie e favole...
  • shakespeare:  a chi lo dici...Io invece cucino sempre...ultimamente invento nuovi piatti. Sarà l'aria dell' italia...o la magie della Serbelloni o della Danese dell' Mtc.
  • io: senti sai che facciamo ? Io ti narro una storia e tu mi dai una ricetta. Che ne dici?
  • Shakespeare: ci sto...prima tu
  • io:ok...


La storia: Fegato e Fico

C'era una volta nella contea di Langarola due famiglie potenti, I cappelletti e Lenticchie. Per anni si facevano guerra per la conquista del Piedimonte. Un giorno la famiglia dei capelletti organizza un ballo in maschera e Fico , principe delle Lenticchie che si mascherato da fico,  decise di andarci,  cosi' tanto per fare qualche scherzetto agli eterni nemici. Ma durante la festa si imbattè nella cipollosa Fegheta,figlia del principe dei cappelletti che per l'occassione si era vestita da fegato. I due si innamorarono perdutamente...si inviavano messaggi con fessebuk, poi wozzap...Ma questo non era che l'inizio della storia...

Andai per ore a raccontare la storia e vidi shakespeare illuminarsi gli occhi....
  • Shakespeare: ma questa è una storia bellissima... insomma come finisce?
  • Io: Fico e Fegheta  fuggono e vissero felici e contenti
  • shakespeare: bhe io li farei morire...questo è un amore impossibile...
  • io: maronna , shake, shakira come tu ti chiami...tu fai finire le storie sempre con la morte...mettici un lieto fine ogni tanto...a volte due cose che possono sembrare opposti, con l'amore possono stare insieme...
  • Shakespeare: parli del fegato e i fichi?
  • Io:certo...beh mo' tocca a te...


  • shakespeare: bene visto che stiamo parlando di fico e fegato la ricetta sarà: ravioli del plin al fegato e emulsione di fichi...


ingredienti per quattro persone:
Per la pasta: 
200 g di farina di grano tenero 0
1 uovo intero (grande)
2 tuorli (grandi)

Per il ripieno:
300 g di fegato di vitello
1 uovo intero
1 cipolla

Per l'emulsione:
30 g di burro
polpa di 6 fichi


Procedimento:
per prima cosa ho preparato il ripieno. In una padella con un po' di olio ho messo a soffriggere una cipolla media tagliata a fettine sottili. Dopo dieci minuti ho aggiunto il fegato tagliato a pezzi con un po' di sale. Una volta pronto ho posato il tutto in un mixer di tritato il preparato. Poi in bacinella ho messo il fegato tritato , un uovo e infine ho amalgamato il tutto a formare un ripieno morbido.


Passiamo alla pasta.
In una spianatoia ho preso della farina di grano tenero di tipo 0 e ho formato una fontana. All'interno del Cratere ho messo due tuorli di uovo grande...Ho mescolato la farina e le uova partendo dall'interno pian piano...ho impastato con il palmo della mano fino ad ottenere un composto liscio e e compatto...poi ho coperto il preparato con una pellicola alimentare e fatto riposare per una trentina di minuti...
Preparazione dei ravioli.
Ho tagliato a fette rettangolari la pasta. Poi ho tirato le singole fette con la macchinetta fino a formare delle sfoglie sottili. Poi ho formato singole palline del ripieno di fegato , le ho poste uno vicina all'altra nella sfoglia...ho piegato le sfoglie e ho pizzicato la pasta tra una pallina e l'altra. Dopo di chè ho tagliato con la rotella i ravioli.




Emulsione di fichi...
Per il sughetto il procedimento è molto semplice. Ho tagliato a meta 6 fichi e con un cucchiaino ho estratto la polpa rossa...intanto in una padella a fiamma bassa ho fatto sciogliere 30 g di burro
ro.., quando ormai sciolto ho posato la polpa di  fichi aggiungendoci un po' di acqua .in modo da formare un emulsione rosea...
il piatto...
faccio bollire i ravioli in una pentola, e una volta pronti li ho impiattati con il sughetto di fichi...



shakespeare: beh ti è piaciuta la ricetta?
Io: beh non so... fegato con i fichi...
shakespeare: beh se ci metti un po' di amore... forse anche questo piatto puo' essere possibile... 

Ora non ci resta che aver corraggio e chissà se questo post non sia davvero fico...


Con "Fico e Fegato Fuggono ....i ravioli del Plin" partecipo alla sfida del mese di settembre 2013
di Mtc Challange.


27 commenti:

  1. ahahahahahahahahaha....scusa.....ahahahahahahahahahah....vabbe', senti....mi ricompongo e torno dopo....ahahahahahahahahahah

    RispondiElimina
  2. ma cosa inali prima di scrivere? ;-).....Deve essere roba buona perché poi ti ispira ricettine interessanti.

    RispondiElimina
  3. ahahah povero shecchespire!!! tu sei completamente matto, lo sai??? ma d'altra parte un po' di pazzia ci vuole, soprattutto per inventare una ricetta così!!
    fantastico abbinamento :)))

    RispondiElimina
  4. in questo mese un pò impegnativo per me, non volevo lasciarmi sfuggire il tuo post, L'unico che ho letto! Sei un poeta, altro che shakir...come si chiama. Ti leggo con grande curiosità e divertimento. E mi sa tanto che anche tu ambisci al secondo titolo! Complimenti!

    RispondiElimina
  5. grazie...ma so anche tu hai da raccontarci...auguri....

    RispondiElimina
  6. Tu sei pazzo! Muahahahahahhah! Me fai morì! :D
    Senti ma io come faccio a leggere seriamente la ricetta? No dai mi devo impegnare...'spetta che ritorno...
    Rieccomi: stupenda, semplice, elegante, perfetta! Così come sono perfetti i plin :)
    Grazie!

    p.s. "-una donna? Dopo le vacanze? Un dolce? Gnaaooo... impossibile..."
    Tu non conosci le donne mio caro: i dolci si evitano prima delle vacanze, non dopo. L'arrivo dell'autunno è la perfetta occasione di mangiare a volontà, tanto ci saranno i maglioni a coprire! :) E poi caro mio, io ai dolci non rinuncio nemmeno in primavera, credimi :P
    Comunque mi inquieta il tuo sesto senso! Ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahah....proprio perchè non le conosco vuol dire che le conosco...grazie mille ahhaha

      Elimina
  7. ciao leonardo....sono contento che hai scelto la mia ricetta...comunque grazie perché grazie a te ho creato romeo e giulietta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie willy... ho letto la tua opera romeo e giulietta ma non hai seguito il mio consiglio...il lieto fine

      Elimina
    2. già, ma anche tu non hai seguito il mio...magari potevi aggiungerci un po di barolo sul ripieno...

      Elimina
    3. già, ma costava molto...non avevo vino buono in casa.

      Elimina
  8. Non so se mi piace di più la ricetta o il post :D
    Vabbè dai... diciamo che mi piace molto tutto (tra parentesi, i gusti sono sempre simili a quelli dell'alchimista di Lecce che inizialmente voleva fare anche lui un ripieno di fegato).
    E vedo che anche Shakespeare ha apprezzato ;)

    RispondiElimina
  9. Mi sa che la sana follia dell'MTC ti ha vinto...non solo contagiato!
    L'abbinamento mi entusiasma ma il tuo racconto mi ha fatto sganasciare in metropolitana. Mi debbono avere preso per pazza perchè ridevo da sola agitando il telefonino .....
    Grande Leo!
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando si ride si mangia meglio hahahaha

      Elimina
  10. sui ravioi del belin ero già in debito d'ossigeno. Da lì in poi, ho iniziato a rotolarmi. Se non ti conoscessi, penserei che non esisti.
    E il culmine di tutto questo è che hai preparato dei ravioli che sono una poesia. Giusto per citare la fonte.
    Muoio- muoio- muoio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio contessa, è un onore

      Elimina
  11. Ehi Leo , ma sei "nato" mentre sono stata assente dall'MTC?
    Non ti conoscevo,e stamattina mi ci voleva proprio scoprirti a quest'ora: la giornata prenderà tutt'altra piega, sarà un po' meno grigia
    A presto!

    RispondiElimina
  12. Ehi Leo , ma sei "nato" mentre sono stata assente dall'MTC?
    Non ti conoscevo,e stamattina mi ci voleva proprio scoprirti a quest'ora: la giornata prenderà tutt'altra piega, sarà un po' meno grigia
    A presto!

    RispondiElimina
  13. Leggo ora, dopo aver letto i premi, e già lì me la ridevo. Ma sono qui che mi sta venendo un crampo alla mandibola perchè non voglio ridere davanti ai clienti. Mannaggiatté e all'ospite inquietante che vive nel tuo cervelletto!
    PS - Tra me e te, il fegato con i fichi è uno delle robe più buone su questa terra...Grande! Pat

    RispondiElimina
  14. ahahaah Cozzaro sei un grande :D
    mi sto scompisciando dalle risate!
    hai fatto un piatto coraggioso, a mio avviso...per il mio palato, forse pure troppo :D
    visto però il carattere deciso del ripieno e l'abbinamento dolce del sughetto al fico...ti dirò...l'assaggerei più che volentieri!!!
    un abbraccione :)

    RispondiElimina
  15. Ma quanto ti diverti??? Dillo che ora senza l'MTC ti sentiresti perso?? Abbraccio cri

    RispondiElimina